NiiNews > Progettisti.News > Top

31 marzo 2014

ANIMA di Grottammare la prima opera dell’arch. Barnard Tschumi in Italia

, ,

Commissionata dalla fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e dal Comune di Grottammare, ANIMA nasce con l’obbiettivo di favorire l’identificazione del territorio e connotare la sua immagine attraverso la realizzazione di un polo pubblico di attrazione per le più eterogenee manifestazioni della cultura. Il progetto redatto dall’arch. Bernard Tschumi costituisce un futuro punto di riferimento inteso sia nella sua dimensione fisica sia nel suo potenziale creativo. Compresa in una zona a margine del tessuto urbano fra il mare e le colline, a metà della dorsale autostradale adriatica dalla quale e ben visibile e immediatamente raggiungibile dall’uscita di Grottammare, la nuova opera è caratterizzata da un’elevata flessibilità: i suoi spazi sono configurabili in funzione degli eventi. La scelta di affidare l’incarico a Bernard Tschumi si deve alla sua grande esperienza nella progettazione degli spazi per la cultura. Il nome ANIMA nasce da una costruzione pubblica come acronimo di Arte, Natura, Idee, Musica e Azione. La vocazione di ANIMA è accogliere e ospitare le più svariate espressioni della cultura del territorio, a partire da quelle artistiche, gastronomiche e ambientali con l’incontro, l’integrazione e lo scambio di attività diffuse come spettacoli, mostre e conferenze. La superficie sulla quale l’opera si colloca è di circa 7.000 mq e si presenta come un corpo compatto, un quadrato perfetto. Visto dall’esterno il volume si mostra come un oggetto ben riconoscibile, una volta entrati nel corpo quadrangolare ci trova immersi in uno spazio scomposto, la complessità è determinata dalla rotazione di un grande volume parallelepipedo che occupa l’area centrale dell’edificio e che contiene la sala principale con 1.500 posti a sedere flessibile e configurabile in base alle variabili esigenze di capienza. La rotazione di questo volume determina un sistema di quattro ampi cortili, verso ciascuno dei quali la sala principale ha la possibilità di aprirsi. Inoltre un articolato sistema di rampe permette di muoversi all’interno di questo ambiente eterogeneo e mobile, osservandolo da prospettive e altezze continuamente variabili. Valore stimato dell’intervento € 20.000.000. Dopo la presentazione del progetto preliminare, il team di professionisti coordinato dall’arch. Alfonso Giancotti ha presentato l’elaborazione dei livelli successivi di ANIMA. Attualmente in corso manifestazione di interesse per la selezione di un appaltatore a cui affidare la realizzazione dell’intervento che dovra’ essere terminata nel 2016.

fonte Ufficio Stampa

notizia polo culturaleStadio A Progettazione
Settore Terziario
Data di pubblicazione 12/02/2014
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 289865
Segna il codice ID e scopri gratuitamente
tutti i dettagli nella scheda tecnica