NiiNews > Materiali&Impianti.News > Top

16 maggio 2014

Eco-sostenibilità per il nuovo complesso parrocchiale S.Niccolò a Calenzano

, ,

Recentemente a Calenzano si è svolta la cerimonia simbolica per la posa della prima pietra segnando il via all’iter burocratico per la realizzazione del nuovo complesso parrocchiale denominato Chiesa di Maria Santissima Madre di Dio nel quartiere di S.Niccolò. Il progetto è stato selezionato tramite concorso bandito dall’Arcidiocesi di Firenze e sarà realizzato con fondi 8 per mille del gettito irpef destinato alla Chiesa Cattolica. Il progetto è stato redatto per la parte architettonica dallo Studio Rossi Prodi Associati srl di Firenze, per la parte strutturale da Galluzzi Associati di Firenze e per quella impiantistica da Spring Studio Petrenelli Ingegneria srl di Scandicci.
La chiesa con la casa canonica e gli spazi parrocchiali interpretano il ruolo di emergenza monumentale del quartiere visibile anche da lontano dove i progettisti hanno cercato di creare un segno visibile nello spazio circostante come riferimento saldo per fedeli. Il complesso sarà accessibile da tutti i lati con percorsi, rampe e scalinate, fino a ingressi importanti esprimendo così attrazione e accoglienza. Un passaggio coperto attraversa il complesso rendendo accessibili tutti gli spazi ed i servizi. Il progetto è nato pensando al dolce velo della Vergine, l’accoglienza espressa dalla curva concava della facciata si replica nelle forme morbide dello spazio interno e nella sagoma di una cupola appoggiata dolcemente sull’aula principale. Si accede alla chiesa attraverso un atrio con la porta principale e due secondarie.
La sacrestia e la cappella feriale sono direttamente collegate all’aula e all’ufficio pastorale con l’archivio, i servi e l’attesa. La casa canonica, al primo piano è posta in posizione di cerniera fra la Chiesa e i locali del Ministero Pastorale. I locali del Ministero prevedono al piano terra aule e servizi, al piano primo aule e salone comunitario. Nel passaggio centrale del complesso sono localizzati i diversi ingressi alla cappella feriale, all’ufficio pastorale, alla casa canonica, alle aule e salone. Scale e ascensori consentono ai vari blocchi di funzionare anche indipendentemente l’uno dall’altra. Il complesso è privo di barriere architettoniche. Esternamente è previsto un nuovo parcheggio, accesso carrabile, un giardino  riservato e uno recintato per le attività parrocchiali.
Particolare attenzione agli impianti tecnologici che prevedono la massima attenzione alla eco-sostenibilità con forte utilizzo di energie rinnovabili. Le scelte operate sono: teleriscaldamento, pannelli fotovoltaici e solari termici in copertura opportunamente schermati ed integrati, vasche di accumolo acqua piovana per irrigazioni e cassette wc, isolamento e cappotto, impianto elettrico con lampade LED, centralizzazione impianti. Tali accortezze ridurranno al minimo i costi di gestione e manutenzione. Nell’aula l’acustica è garantita dalla forma stessa della spazio e da pannelli fonoassorbenti. La luce in tutti gli spazi viene regolata con persianature mobili.

notizia complesso parrocchialeStadio A Progettazione
Settore Terziario
Data di pubblicazione 18/04/2014
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 311580
Segna il codice ID e scopri gratuitamente
tutti i dettagli nella scheda tecnica