NiiNews > Imprese&Committenti.News > Top

27 luglio 2016

Il Comune di Brignano Gera d’Adda amplia polo scolastico

, ,

Il progetto redatto dagli architetti arch. Fabrizio Ferrari, arch. Marco Paris e arch. Enzo Mugione per il Comune di Brignano Gera d’Adda BG, prevede l’ampliamento del polo scolastico della comunità di Brignano.
La nuova struttura ospiterà quattro nuove sezioni della scuola per l’infanzia, quindi circa 100 bambini più il personale educativo.
 
In pianta la scuola è composta da una zona d’ingresso multifunzionale che accoglie i bambini in un ambiente colorato e giocoso , da quattro aule con una zona dedicata al sonno dei piccoli con annessi servizi igienici e da una zona mensa comune collegata, con un percorso verticale, alla cucina interrata nel plesso esistente.
 
Nella costruzione verranno usati perlopiù materiali di origine naturale o con un basso impatto ambientale. La struttura portante dell’edificio sarà realizzata con pareti prefabbricate con sistema ligneo a telaio con un cappotto esterno in fibra di legno. La composizione della stratigrafia è particolarmente studiata per garantire ottime performance nel periodo sia invernale che estivo.
 
Particolare cura è stata posta nello studio esterno delle facciate che sono vivacemente colorate e, per la porzione d’ingresso, sono rivestite con piastrelle policrome che ricordano il disegno, realizzato dai bambini, di tante piccole casette.
 
Il giardino esterno alla scuola è stato pensato e progettato allo scopo di permettere esperienze di gioco e sensoriali per educare e stimolare i bambini alle modificazioni periodiche che la natura assume, con l’inserimento di essenze vegetali tipiche dell’area eco-paesaggistica locale, con particolare attenzione alla varietà cromatica delle fioriture e del fogliame in funzione della stagionalità.
 
In particolare il giardino si compone di quattro spazi integrati:
1) Il Viale della Scuola: in continuità con il filare di Prunus posizionati sul fronte est del lotto a margine del plesso esistente trae spunto l’idea di tracciare un doppio filare di “Tilia cordata”. Il viale verrà pavimentato con un battuto di calcestre utile per la permeabilità del suolo e per la naturalità essenziale. In asse al filare si disporranno quattro panchine in legno.
2) Il prato fiorito: Il pensiero di inerbare questo tratto di giardino con una semina contenente differenti fioriture intende sensibilizzare i fruitori circa l’esistenza di una biodiversità; a lato un essenziale impianto di acidofile in varietà
3) La Piazzetta: intorno un importante albero, il Bagolaro o “Celtis Australis” si svilupperà uno slargo contornato da una seduta circolare, idoneo luogo di ritrovo; alle spalle si metteranno a dimora essenze a bassa manutenzione.
4) Gli spazi ludici ricreativi: distribuiti attorno al nuovo edificio vi saranno isole ludico ricreative.
 
Pur essendo una scuola con fruitori piccoli dai 3 ai 6 anni hanno pensato comunque a momenti anche di riflessione/crescita legati ai principali sensi: ecco quindi una piccola isola sensoriale dove riconoscere/intuire attraverso l’uso dei sensi essenze, colori, suoni, atmosfere (ovviamente guidati dagli insegnanti).
 
Avranno poi dei contenitori per ospitare piccoli fiori o micro coltivazioni sempre a scopo didattico (una sorta di orto-in-condotta precoce).
 
Oltre ai Prunus e agli Acer, al fine di insegnare ai bambini il riconoscimento botanico, nella parte a Sud hanno scelto di mettere a dimora essenze quali il Liriodendron tulipifera e il Celtis Australis, selezionate per la loro rusticità ma soprattutto per il loro valore ornamentale. La scelta delle essenze, oltre che per l’aspetto didattico e educativo,è voluto ricadere su alberature le cui foglie e fiori.
 
Attualmente è in corso l’approvazione del progetto esecutivo.

 
Fonte arch. Ferrari

ampliamento polo scolastico Bergamo

Fase Cantiere
Settore Servizi
Data di pubblicazione 08/06/2016
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 403646