NiiNews > Materiali&Impianti.News > Top

9 maggio 2014

Legno per il nuovo nido d’infanzia a Guastalla

, ,

Il nuovo nido d’infanzia a Guastalla Reggio Emilia è firmato dall’architetto Mario Cucinella della MCA srl di Bologna ed è stato scelto dalla commissione di gara che ha lanciato tempo fa l’appalto integrato per la realizzazione dell’opera.
La nuova struttura che ospiterà 120 bambini è destinata a sostituire due nidi comunali il Pollicino e la Rondine danneggiati dal terremoto del maggio 2012. Nel rispetto delle quantità  e delle sagome presentate nel progetto, la proposta dello stesso è basata sulla semplicità del sistema costruttivo in legno, sulla scelta accurata di materiali, finiture e soluzioni tecniche, senza rinunciare alla importante ricerca di dialogo e di interazione tra lo spazio chiuso delle aule e lo spazio aperto dell’esterno. In questa logica il modello proposto vuole integrarsi sia visivamente che architettonicamente con il contesto e con il paesaggio che caratterizza il sito di progetto.
La presenza sul lotto di numerosi alberi ad alto e medio fusto ha immediatamente suggerito l’idea di un edificio che dialogasse con il suo contorno. La struttura è formata da molti elementi verticali in legno che caratterizzano l’impianto dell’edificio che riprende il motivo dei filari degli alberi e dei tracciati dei campi coltivati, conferendo nell’insieme leggerezza e scardinando la tipica immagine della scuola come volume compatto e monolitico. La luce naturale ed il diretto contatto tra lo spazio interno e l’esterno sono stati gli elementi guida della progettazione. In risalto sono anche gli elementi di sostenibilità ambientale, l’elevata coibentazione dell’involucro, la distribuzione ottimale delle superfici trasparenti permette di ridurre al minimo il ricorso agli impianti meccanici, garantendo un ambiente interno confortevole. Si prevede anche un impianto a pompa di calore con COP elevato, combinato con terminali d’impianto a bassa temperatura e ventilazione meccanica con recupero di calore, per ridurre al minimo la domanda di energia per il funzionamento dell’impianto di climatizzazione. La progettazione passiva combinata con l’uso di impianti ad elevata efficienza energetica consente la certificazione dell’edificio in classe A.
Si prevede l’inserimento in copertura di un impianto fotovoltaico che soddisferà il 40% della domanda energetica oltre impianto solare termico. Con la raccolta delle acque piovane in copertura anche la domanda di acqua non potabile a servizio dell’edificio sarà pienamente soddisfatta. Attualmente è in corso la redazione del progetto esecutivo. L’intervento sarà realizzato da un RTI formato dalle società Scisciani & Frascarelli snc di Tolentino, Promo spa di Corridonia, Saitec Company srl di Ascoli Piceno e la Rubner Holzbau spa di Bressanone.

Fonte geom. Barbara Ghirardi UTC Guastalla
Render by Cristian Chierici

notizia asiloStadio C Appalto Assegnato
Settore Servizi
Data di pubblicazione 01/04/2014
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 216709
Segna il codice ID e scopri gratuitamente
tutti i dettagli nella scheda tecnica