NiiNews > Progettisti.News > Top

10 novembre 2014

TSPOON vince concorso di progettazione per il Cavalcavia Bussa a Milano

, ,

Il concorso di progettazione indetto dal Comune di Milano per la riqualificazione del Cavalcavia Bussa è stato vinto dallo studio TSPOON capitanato dall’arch. Eliana Saracino. Il progetto denominato GUARDA-MI consiste in una strategia operativa in grado di trasformare uno spazio che ha perso la sua funzione urbana in un extra-spazio, vivente e vissuto, restituito alla città. Il progetto di trasformazione si andrà progressivamente ad inserire nell’immaginario collettivo del panorama urbano come luogo in cui sarà possibile gettare le fondamenta per modelli alternativi di sviluppo, basati sulla temporalità degli usi e sull’adattabilità, sull’interazione fra gli attori urbani che a differenti scale sono coinvolti nei processi di trasformazione e sul coinvolgimento diretto degli utenti.

La riqualificazione del cavalcavia è finalizzata a creare un luogo dotato di una propria identità, seppur mutevole e in continuo divenire: uno spazio ben definito, ma in cui tutto è ancora possibile. Per questo lo spazio del cavalcavia e delle testate è stato infrastrutturato secondo alcune regole generali che prevedono al loro interno un processo aperto con ampi margini di adattabilità e che garantiscono, in ogni momento del ciclo di vita urbana dell’intervento, la corrispondenza dell’immagine complessiva dell’impianto proposto. Questo nuovo spazio situato tra le Vie Quadrio, D’Azeglio, Borsieri e de Castilia nell’ambito del Piano Garibaldi Rupubblica ha come obbiettivo principale la creazione di un nuovo spazio pubblico pedonale, multifunzionale che possa accogliere oltre spazi verdi, attrezzature per il gioco e lo sport, le attività del quartiere, eventi culturali, sociali e ricreativi.

Fonte TSPOON

notizia progetto cavalcaviaStadio A Progettazione
Settore Terziario
Data di pubblicazione 03/10/2014
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 354436
Segna il codice ID e scopri gratuitamente
tutti i dettagli nella scheda tecnica