NiiNews > Progettisti.News > Top

7 Gennaio 2019

Ottavio Di Blasi e il nuovo Campus di Architettura del Politecnico di Milano

, ,

Il cantiere per la realizzazione del nuovo Campus di Architettura del Politecnico di Milano è partito ad agosto 2018. Concluse le demolizioni, ha ora inizio la fase costruttiva, la cui fine lavori è prevista per dicembre 2019.

Il planning, un ensamble di nuovi edifici e di recupero della memoria storica, vede la staffetta tra Renzo Piano, ideatore del progetto, e Ottavio Di Blasi, sviluppatore di preliminare e fase esecutiva definitiva.

Il ‘nuovo’, un totale di 4200 mq e uno spazio esterno di 8950 mq costruiti con tecniche d’avanguardia e ad alta efficienza energetica, consta di 3 realizzazioni. L’edificio più emblematico è quello che ospiterà il laboratorio di modellistica architettonica della Scuola di Architettura. Da solo, occupa una superficie di 1600 mq su due livelli e si candida ad essere esempio d’eccellenza nelle attività fisiche e digitali per l’architettura. Luogo di lavoro e formazione assistita per studenti e dottorandi, è composto da spazi riservati alle attività di modellazione, locali per macchine da modellismo, falegnameria, plotter da taglio, stampa 3D, officina metalli, set fotografico, locale verniciatura, teatro virtuale, zone espositive per modelli in scala 1:1.

Un secondo edificio sarà dedicato ad aule da disegno/laboratorio che occuperanno una superficie di 2700 mq, per un totale di quattro aule da 130 posti, e si svilupperà su quattro livelli, oltre ad un livello interrato impiantistico e di servizio.

Un terzo edificio è dedicato interamente alla didattica con tre aule per 288 posti complessivi su 800 mq.

Ma il cuore del progetto è costituito dal parterre: un lastricato urbano permeabile, costellato da oasi verdi dove trovano dimora più di 130 alberi, reale tessuto connettivo che collega le varie porzioni del campus; l’invaso del campus sarà rivestito dello stesso materiale, mirando a riqualificare il marciapiede di via Bonardi previsto parzialmente pedonale.

A questo si aggiungono altri spazi verdi come le due terrazze allestite a piazze urbane, coperture degli edifici praticabili per manifestazioni ed eventi internazionali e fruibili dai non addetti ai lavori. Una sostanziale differenza, questa, rispetto ai campus universitari americani, cioè quella di essere concepiti come dispositivi urbani fondamentali.

 

notizia centro commerciale

Fonte: Patrizia De Santo PR
Fase Esecuzione
Settore Servizi
Data di pubblicazione 07/12/2018
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 429256