NiiNews > Progettisti.News > Top

3 settembre 2018

Santilli Ingegneria e il plesso scolastico di San Benedetto dei Marsi

, ,

Santilli Ingegneria srl, capogruppo di RTP che si è che si è aggiudicata l’incarico per la progettazione di fattibilità tecnico ed economica mediante procedura aperta, seguirà anche le successive fasi di progettazione per la realizzazione di una nuova scuola bivalente nell’ambito dell’intervento denominato Marruvium Almamaterstudiorum 2017 nel Comune di San Benedetto dei Marsi a L’Aquila.

Il progetto presentato ripropone l’impronta della domus romana, l’edificio si sviluppa su una maglia ortogonale, i cui assi principali, che seguono l’andamento della maglia regolatrice della città, si intersecano in un punto focale, che in analogia alla città romana, i progettisti chiamano foro.

Il progetto intende fornire una condizione spaziale innovativa della scuola, con ambienti ibridi e flessibili, che permettano lo sviluppo e la sperimentazione pedagogica anche attraverso il “gioco”.

Le aule della scuola elementare e media si svilupperanno separatamente sui due livelli, ma avranno a disposizione spazi e ambienti didattici comuni, organizzati con arredi atti a semplificare e velocizzare i cambiamenti di “setting”. Per realizzare la flessibilità e consentirne la massima adattabilità, gli spazi sono suddivisi con pareti o porte scorrevoli e arredi trasportabili.

Si assicura la piena fruibilità per gli alunni in stato di minorazione fisica, sia degli spazi per la distribuzione orizzontale e verticale, sia per i servizi igienico-sanitari.Gli alunni possono agevolmente usufruire di tutti gli ambienti della scuola e accedere direttamente alle zone all’aperto, ma anche al tetto giardino che al contempo funge da osservatorio didattico. L’orografia del lotto, con i suoi dislivelli, consente che le attività educative – tanto al piano superiore, quanto al piano inferiore – si svolgano a diretto contatto con il terreno di gioco e di attività all’aperto in zone adiacenti opportunamente sistemate e protette.

Al contempo l’edificio è concepito come luogo di aggregazione, intrattenimento e scambio socio-culturale con il territorio, un “Ludus” per i genitori degli alunni, ma anche per le istituzioni, le associazioni, gli anziani e gli altri cittadini in genere, ovvero un “cento civico”; un luogo con funzioni aperte alla collettività: il teatrocinema all’aperto, il ludus-litterarius, la biblioteca, la palestra, l’osservatorio, gli uffici, la mensa-ristorante (con cucina didattica) e, l’aula magna ovvero l’agorà, il luogo d’incontro al centro dell’edificio, ma anche spazio intercomunicante tra i due piani della scuola e su cui convergono i quattro ingressi rispettivamente .ortogonali alla maglia viaria che disegna il lotto.

 


Fase Programmazione
Fonte Santilli Ingegneria srl
Settore Servizi
Data di pubblicazione 08/06/2018
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 427578