NiiNews > Materiali&Impianti.News > Top

10 febbraio 2017

Il parcheggio che respira a Verbania

, ,

Il nuovo parcheggio per la sua localizzazione in stretta vicinanza con il Centro Eventi Multifunzionale, in corso di completamento, nonché per la sua prossimità con il centro storico di Intra e dei luoghi di interesse e valore sociale e culturale, risulta certamente un progetto di grande rilevanza strategica per la riorganizzazione funzionale ed ambientale di un area che oggi si presenta parzialmente dismessa.
 
L’incipit al progetto “Il parcheggio che respira” vuole indicare con chiarezza l’approccio sostenibile ed ambientalmente rispettoso che contraddistingue la proposta vincitrice sia in ragione dei materiali delle scelte tecnologiche che dei valori paesaggistici adottati. Ne è da esempio l’uso di una facciata vegetale, prevista in questo progetto che attiva un processo di fotosintesi clorofilliana in grado di liberare ossigeno in atmosfera.
 
La facciata vegetale, inoltre, costituisce uno spazio per la compensazione ambientale, creando degli habitat per piante e animali. Tra i suoi numerosi vantaggi possiamo trovare inoltre: il miglioramento del microclima, l’isolamento acustico, la filtrazione di polveri e sostanze inquinanti e l’aumento della biodiversità nelle aree urbane.
 
Una ulteriore attenzione alla sostenibilità ambientale sarà riservata nella scelta della superficie di pavimentazione, a contatto con gli autoveicoli, che adotterà una finitura arricchita con biossido di titanio fotocatalitico.
Un ulteriore intervento in favore della sostenibilità ambientale può essere individuato nell’adozione del sistema di recupero delle acque piovane. Le acque piovane verranno infatti raccolte ed inviate al serbatoio antincendio, che sarà dimensionato in modo eccedente alle esigenze di soccorso, per favorire il recupero delle acque per l’irrigazione della facciata e per alimentare il risciacquo dei servizi igienici. Inoltre il sistema di recupero delle acque piovane eviterà di gravare sulla rete di smaltimento.
 
Anche il progetto impiantistico partecipa, significativamente, alle migliorie ambientali ed al contenimento energetico attraverso l’adozione delle seguenti soluzioni: sono previste lampade a LED per l’illuminazione generale e di emergenza e l’installazione, in copertura, di un sistema di produzione di energia da fotovoltaico.
 
Il parcheggio avrà una superficie totale di 4.200 mq distribuito sui 3 livelli sfalsati per 156 posti auto e 12 posti moto. Le corsie avranno una larghezza tale da permettere il doppio senso di marcia. In ogni coppia di rampe, una sarà riservata alla salita. Sono previsti, in posizione di facile accessibilità, i parcheggi per disabili ed il progetto prevede anche dei parcheggi “rosa” destinati alle mamme (partorienti e con bimbi piccoli) localizzati anche in questo caso in posizioni di facile accessibilità e/o in prossimità delle uscite e degli elevatori. Sono inoltre presenti alcuni parcheggi dotati di impianto di ricarica per auto elettriche.
 
L’intervento non è ancora iniziato, demolizioni e bonifiche quasi al termine. La realizzazione dell’opera è stata affidata ad un consorzio locale composto dalla società Notari Impresa Spa di Novara e alla Autovictor srl di San Pietro Mosecco mentre la progettazione allo Studio Fabrizio Bianchetti.

 
Fonte Studio Fabrizio Bianchetti


Fase Cantiere
Settore Ingegneria
Data di pubblicazione 17/01/2017
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 391417