NiiNews > Materiali&Impianti.News > Top

6 settembre 2013

Travertino toscano per i rivestimenti del complesso parrocchiale a Prato

, ,

I materiali che il  gruppo di progettazione guidato dallo Studio MDU Architetti ha deciso di utilizzare per la realizzazione del nuovo complesso parrocchiale nella Frazione Galciana a Prato sono essenzialmente due: il travertino toscano per i rivestimenti ed i pavimenti esterni ed il rame per la copertura dei locali parrocchiali e la chiesa. Il nuovo complesso parrocchiale della Visitazione andrà a sostituire l’attuale chiesa della parrocchia della Visitazione, non idonea a soddisfare tutte le esigenze della comunità parrocchiale.

Il nuovo progetto si articola in una serie di volumi la cui forma e caratterizzazione hanno, come obiettivo principale, quello di tradurre attraverso l’architettura riferimenti di carattere teologico-pastorale, in modo tale che i due aspetti non siano scissi ma perfettamente integrati tra loro. Da un punto di vista dell’impianto urbano, l’intero complesso parrocchiale è stato pensato come un’opera architettonica immersa nel verde e la sua forma leggermente concava vuole sottolineare la sua naturale vocazione ad abbracciare non solo l’intero parco che ha di fronte, ma il paese tutto:  la relazione che intende celebrare è di tipo territoriale. Per poter orientare l’ingresso della chiesa verso il centro del paese è stato alterato l’usuale orientamento canonico, e l’abside è stata rivolta verso ovest.

L’interno della chiesa è caratterizzato da una conformazione attenta dei volumi e dallo studio scrupoloso dell’ingresso della luce filtrato dalla vetrata absidale e dalle feritoie laterali, mentre il taglio che attraversa longitudinalmente tutta l’aula, dal fonte battesimale all’altare maggiore, consente di enfatizzare simbolicamente il percorso di luce che accompagna l’uomo dalla sua nascita fino alla sua consacrazione a Dio verso l’area presbiteriale.

Il resto del lotto è stato trattato come se fosse un vero e proprio spazio pubblico dove si alternano aree per il gioco, aree per la sosta e il divertimento. Il portico davanti ai locali parrocchiali consente di dotare l’intero complesso di uno spazio coperto ma all’aperto, dove poter indugiare, fermarsi e socializzare.

(fonte MDU Architetti)

notizia complesso parrocchialeStadio B Progetto approvato
Settore Terziario
data di pubblicazione 03/07/2013
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 252180
Segna il codice ID e scopri gratuitamente
tutti i dettagli nella scheda tecnica