NiiNews > Progettisti.News > Top

29 settembre 2014

Arch. Patalocco a capo RTP per recupero area industriale a Perugia

, ,

Il progetto presentato dal RTP capitanato dall’arch. Alessio Patalocco è risultato vincitore del concorso di riqualificazione architettonica e ambientale di aree dismesse promosso dalla Regione Umbria. Area dismessa oggetto del progetto è via Trasimeno ovest caratterizzata da un’alta densità di edifici e superfici impermeabili con scarsa qualità ambientale. L’idea consiste nell’intervenire con opere di demolizione e bonifica operando una serie di tagli all’interno dei volumi degli edifici esistenti e creando una nuova conformazione con gli spazi vuoti esistenti in cui intervenire con le nuovi edificazioni.
Queste nuove edificazioni saranno una sorta di ibrido in cui si integreranno attività artigianali, produttive e residenze. Il modello di riferimento è quello del borgo storico umbro con un’alternanza di botteghe artigiane, magazzini, aree di ristoro e abitazioni. Molta importanza è stata data all’integrazione tra la funzione produttiva-artigianale e quella residenziale con l’obiettivo di creare un nuovo rapporto tra le due diverse funzioni: al piano terra troveranno spazio le funzioni artigianali e produttive mentre ai piani superiori solo funzioni residenziali, il tutto rivestito da un unico involucro che cambia a seconda dell’esposizione della propria superficie. Dal punto di vista dell’organizzazione interna si lascia massimo spazio alle esigenze di flessibilità dei privati, per quanto riguarda l’esterno invece, si prevede un’opera di riqualificazione estetica ed energetica: l’applicazione di una maschera di ombreggiamento in ceramica rossa, elemento caratterizzante tutto l’intervento e, al contempo promotore della tradizione ceramica dell’area dell’alta Umbria.

Fonte Studio Patalocchio

notizia residenzialeStadio  A Progettazione
Settore Residenziale
Data di pubblicazione  19/09/2014
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti  ID 362004
Segna il codice ID e scopri gratuitamente
tutti i dettagli nella scheda tecnica