NiiNews > Materiali&Impianti.News > Top

19 aprile 2017

Struttura in acciaio e centrale a biomasse per la nuova scuola a Caldarola

, ,

La nuova scuola di Caldarola sorgerà nel Centro Storico del borgo marchigiano al posto di quella in via di demolizione, antica di quasi cento anni, lungo il Viale Umberto. Il progetto rientra nel programma di aiuto che alcune Università italiane sono state chiamate a mettere in atto a favore dei Comuni colpiti dal terremoto.
Il progetto redatto Università IUAV di Venezia e coordinato dalla prof.ssa Fernanda De Maio, ha visto il concorso di diverse competenze presenti in Iuav, dalla progettazione architettonica, al calcolo strutturale, dal progetto impiantistico al calcolo estimativo.
 
La nuova scuola ha una superficie utile lorda di 1700 mq per un importo previsto di € 2.550.000,00. Si tratta di un piccolo complesso per la scuola dell’infanzia 3 sezioni e primaria 5 classi.
 
È progettata con struttura in acciaio per la resistenza al sisma e materiali di tamponamento e copertura utili a garantire il massimo conforto termico ad energia quasi zero (classe A4) anche grazie all’uso della centrale a biomasse e all’impiego di pannelli fotovoltaici sulla copertura dell’aula magna.
 
Progettata a partire dalle indicazioni pervenute dall’amministrazione comunale, l’organizzazione degli spazi interni ed esterni della scuola, fanno molta attenzione al superamento delle disabilità motorie e visivo-uditive e tiene conto delle recenti linee guida del Miur per la buona scuola, al fine di farne un polo di aggregazione sociale.
 
La semplice volumetria come la disposizione su due piani richiama quella della scuola precedente, anche se l’articolazione interna prevede doppie altezze e lungo i fronti ampie pareti vetrate contribuiscono a costruire una maggiore varietà degli spazi di connessione e più profonde relazioni tra il paesaggio storico e il nuovo edificio scolastico.
 
Responsabile del Progetto è la prof.ssa Fernanda De Maio coadiuvata dai proff. Salvatore Russo per le strutture, Massimiliano Scarpa per gli impianti e Sergio Copiello per la valutazione economica.

 
Fonte Università IUAV di Venezia


Fase Ipotesi
Settore Servizi
Data di pubblicazione 22/03/2017
Approfondimenti nella notizia NiiProgetti ID 420858